Max Holloway blasta McGregor: il campione dei pesi piuma UFC, che ha un’incredibile striscia di 11 vittorie consecutive, attacca l’irlandese.

Holloway si è distinto nel suo ultimo incontro grazie alla sua vittoria per TKO contro l’ex campione Jose Aldo a giugno. Per Holloway la permanente assenza dell’ex campione delle 145 libbre, Conor McGregor, non è una novità.

Max Holloway si sta godendo la vista dalla vetta della divisione, ma gli sono giunte voci sulla dubbia validità del suo titolo da parte dell’atleta irlandese. Non solo Conor McGregor non ha mai perso il titolo dei pesi piuma all’interno dell’ottagono, ma l’irlandese è stato anche l’ultima persona a sconfiggere Holloway.

Conor McGregor, infatti, ha sconfitto Max Holloway per decisione unanime nel 2013.

L’ultima volta che “Notorious” è sceso nelle 145 libbre risale al 2015. L’aver cambiato categoria di peso per conquistare la cintura dei pesi leggeri e l’essere passato alla boxe per affrontare Floyd Mayweather ha messo ancora più distanza tra McGregor e la divisione dei pesi piuma.

Nonostante questo, McGregor si definisce il vero re della divisione dei pesi piuma, anche se non ha mai difeso il titolo che gli è stato tolto nel 2016.

Holloway ha sentito tante volte McGregor definirsi il vero campione, ma ha espresso i suoi dubbi visto che l’irlandese non ha mai mostrato interesse nel difendere il titolo. Questo il motivo per cui Max Holloway blasta McGregor in un’intervista rilasciata a FloCombat:

Deve darsi una svegliata, io sono qui che lo aspetto. Adesso c’è solo questa favoletta a cui la UFC non vuole scrivere la parola fine. Hanno raccontato favole riguardo Nate (Diaz), se ne sono usciti dicendo che pesava 170 libbre ed era tre volte più grosso di McGregor e bla bla bla. Si aggrappa alle favolette e non vuole che finiscano.
Possono farmi sapere quando è pronto, ma per ora sono solo chiacchere. Tutti continuano a dire “Conor dice questo, Conor dice quello”, non posso impedirgli di farlo. Nella sua testa crederà quello che vuole, ma alla fine ci dovremmo affrontare di nuovo per vedere chi ha ragione.

Per quanto McGregor si vanti della sua vittoria su Holloway nel 2013, il campione ritiene che ci sia un doppio standard per le mma quando vengono comparate ad altri sport.

Sono cambiate molte cose dal loro primo incontro quattro anni fa e Holloway vuole la possibilità di rifarsi.

Può andare in giro a dire a tutti che è il campione dei pesi piuma, ma continua a dimenticarsi i numeri. Siamo nel 2017. Immaginatevi LeBron che va in giro a dire che non vuole giocare contro Golden State quest’anno perché li ha già battuti l’anno prima. Non ha senso e Golden State finirebbe per vincere.

Le persone guardano a questo sport in modo differente e la cosa è pazzesca.

A questo punto della sua carriera Holloway ha finito di rincorrere le persone, perché ha obiettivi maggiori che vanno ben oltre Conor McGregor.

Holloway vuole difendere il titolo il maggior numero di volte possibile per eliminare tutte le sfide nella divisione dei pesi piuma mentre guadagna una striscia che sarà inarrivabile da tutti gli altri atleti in questi sport.

Ho la cintura da campione indiscusso. Ora voglio una carriera da campione indiscusso. Non voglio lasciare dubbi.

In futuro Max Holloway potrebbe anche avventurarsi nella divisone dei pesi leggeri per aggiungere un’altra cintura al suo curriculum; se ciò dovesse accadere, forse sarebbe un ulteriore incentivo per far si che McGregor accetti la sfida.

Tutti continuano a parlare delle 145, (McGregor) non tornerà nelle 145, questo o quello. Ho sentito dire che ci saremmo affrontati nelle 155, non è poi così lontano.
Tra poco avrò 26 anni, sto crescendo e se questo incontro avverrà sarà probabilmente a 155 libbre. Non dimenticatevi che il vostro ragazzo è hawaiano e samoano. Mi piace mangiare. I pesi leggeri non sono fuori discussione.

Commenti
,
Sparring Partner 1

Ciao sono Sparring Partner, il tuo compagno di allenamenti ideale. Scritti da me troverai articoli, notizie e dichiarazioni non rilasciate direttamente a 4once.it. Guardia alta!

Leggi anche