In questo articolo abbiamo deciso di tradurre un pezzo pubblicato da MMAJunkie.com, per la rubrica Trading Shot dal titolo “La CBD è fuori dalla lista delle sostanze proibite, è così importante?”.

È infatti notizia di fine della scorsa settimana, riportata da 4once.it, che la WADA ha tolto dalla lista delle sostanza proibite il CBD.

Ben Fowlkes è un articolista di MMAJunkie e USA TODAY. Danny Downes, ex UFC e WEC fighter, è un collaboratore di MMA Junkie e ha anche scritto per UFC.com e UFC 360.

Ringrazio chi mi ha aiutato a tradurre il pezzo.

Questo il pezzo:

Una recente regola ha cambiato la lista delle sostanze proibite della WADA, ciò è una buona notizia per almeno un atleta UFC che la ama. Ma la mossa è significativa? L’articolista di MMAJunkie Ben Folkes ne discute con l’ex fighter UFC e WEC Danny Downes, nell’episodio di questa settimana di “Tarding Shot”.

Fowlkes: Buona notizia, amico. L’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA), ha rimosso il cannabinoide dalla lista delle sostanze proibite dal 2018. Questo significa che la prossima volta Nate Diaz può svapare un po’ di CBD in pubblico (“Renderà la tua vita un posto migliore”), non dovrà preoccuparsi delle Agenzia Antidoping Statunitense (USADA) che gli dia tempi duri.

In definitiva, questo è un bel piccolo cambiamento. Ma sono il solo a sentirmi un po’ incoraggiato? Per quanto noi ci lamentiamo del programma antidoping UFC che si concentra su delle cose sbagliate, non dovremmo dargli maggior forza e credito per essere in grado di ammettere gli errori, anche se lentamente, e correggere la loro lista di conseguenza?

Downes: Sei incoraggiato perché il tuo podcast ha una sponsorizzazione con l’CBD? Sei un sacco di cose Ben, ma non posso credere che la “Big CBD” ti possa comprare così facilmente.

Io non vedo un grande affare in questo annuncio. Spero che aiuterà i fighters come Diaz, che usa CBD per recuperare dai dolori e dalle infiammazioni, ma vorrei assumere che non è una lunga lista di persone. Quindi, se leggi il sito della WADA, c’è scritto:

Il cannabidiolo sintetico non è un cannabimimetico; tuttavia, il cannabidiolo estratto dalle piante di cannabis può contenere anche varie concentrazioni di THC, che rimangono una sostanza proibita.

Quindi cos’è che cambia veramente? Questa è una modifica molto specifica e leggera nell’elenco. In termini più ampi, certo, diamo loro atto che non hanno scritto la lista su pietra e non cambierà mai. Questo sembra tuttavia una piccola consolazione da avere. Se non ha mai pulito un piatto in casa tua, dovrebbe tua moglie essere incoraggiata se tu lavi esattamente un piatto, un giorno in Ottobre? È uno in più rispetto a quanto tu abbia mai fatto, ma un piatto non fa un trend.

Questo non vuol dire che ogni annuncio debba essere innovativo o sconvolgere completamente, ma qual è il punto per cui essere eccitati per piccoli cambiamenti burocratici?

Se questo tipo di cose ti entusiasmano, ti posso dare tutti i documenti di regolamentazione recenti della Autorità Federale di Aviazione. Aspetta finché non ricevi quello relativo a “incorporazione per riferimento di ICAO allegato 2, Rimozione delle Specifiche di Navigazione di Performance Antiquate del Nord Atlantico”, sono andate tutte dentro a quello.

Fowlkes: È vero che sto arrivando a ciò con basse aspettative, ma c’è una ragione per questo. Ricordo ancora quando le commissioni atletiche degli stati erano le sole che gestivano la politica del doping nelle MMA. Per molte di loro, l’obiettivo principale era assicurasi di fare il meno possibile. Non avrebbero ascoltato richieste ragionevoli. Erano resistenti a qualsiasi tipo di cambiamento, non importa come era credibile l’argomentazione a favore.

Il punto è, non agire come se sia un fatto che le forze anti-doping faranno cambiare le regole secondo il senso comune quando opportuno. E non è ciò che noi chiediamo? Quando la gente si lamenta dei fighter che hanno problemi con sostanze che non dovrebbero nemmeno essere tra quelle proibite, o quando i fighter risultano positivi per erba e noi tutti sgraniamo gli occhi all’unisono, non stiamo dicendo che vorremmo vedere dei cambiamenti in come i regolatori si approcciato a questa sostanza?

Ora noi abbiamo dei cambiamenti. È abbastanza minore, certo, ma è un segno incoraggiante. Noi potremmo ottenere tutto ciò che vogliamo – alla fine. Sei un ragazzo troppo freddo per capire che stiamo andando nella giusta direzione?

Downes: Ancora, sono disposto ad ammettere che qualcosa si stia muovendo “nella giusta direzione”, ma tu mi vuoi spingere su un piccolo cambiamento. Missoula è più di 1200 miglia da casa mia. Se faccio un passo verso nord, sto andando nella giusta direzione, ma non tirò ti iniziare a preparare la stanza degli ospiti.

Questo non è essere troppo freddo per ammettere che c’è un progresso. Non si tratta di me che penso di essere troppo cool per ammettere che c’è un miglioramento. Si tratta di noi che vogliamo dare gloria alla “realizzazione”, il che non significa niente. Vuoi cosi dannatamente migliorare che interpreti ogni piccolo prova come se i tuoi obiettivi fossero più vicini.

È come i fan/media che vogliono che MMA diventi mainstream. Guarda! Miesha Tate, Paige VanZant, Daniel Cormier e alcuni altri combattenti vanno senza problemi a “Good Morning America”! Ci siamo riusciti, baby!

Ci sono molti problemi con i programmi anti-doping nello sport. Sono sicuro che le persone del WADA siano ben intenzionate e vogliono fare le cose al meglio. Non vedo che migliorino e li guiderai quando accadranno. Quello che non farò, tuttavia, è dare loro credito solo per cercare. Mi aspettavo che altri facciano lo stesso.

Commenti
Marco DallAcqua

Nato e cresciuto con la passione per la pallacanestro, scopro le MMA con l’incontro tra Brain Stann e Wanderlei Silva. Da li è amore a prima vista. Da quel 2013 seguo le MMA con grande passione, parlando di UFC e MMA italiane attraverso il blog di MMA Talks.

Leggi anche