Queste le prime dichiarazioni, direttamente dai social di Demian Maia (25-8) in seguito alla sconfitta per decisione unanime con Colby Covington (13-1) a UFC Fight Night 119.

Vorrei ringraziare tutti quelli che mi hanno supportato in questa tappa del mio percorso. La grande lezione dello sport è sapere che la competizione porta insegnamenti e dobbiamo essere grati sia nella vittoria che nella sconfitta per quello che abbiamo imparato. Ho fatto del mio meglio, ho commesso qualche errore, ero un po emozionato ed ha influito sulla mia strategia, ma questo non toglie meriti al mio avversario che meritava la vittoria. Me ne vado a testa alta sapendo di aver fatto del mio meglio e vado avanti verso la tappa successivo del mio percorso.

Per Maia quella con Colby Convington (13-1) è stata la seconda sconfitta consecutiva dopo aver perso la sfida titolata con Tyron Woodley (18-3-1) a UFC 214 ma il trentottenne atleta brasiliano non sembra pensare al ritiro nonostante gli rimanga soltanto un match nel suo contratto con l’UFC.

Vi terremo aggiornati sul suo futuro, anche se i tempi d’oro per l’asso del jiu-jitsu brasiliano sembrano ormai passati.

Commenti
,
Fabio Mussetta

<p>Grande appassionato sport ed in particolare di calcio e di arti marziali miste con una particolare predilizione verso i giovani talenti di qualsiasi disciplina.</p>

Leggi anche