Iniziati i rimborsi per tutti gli utenti che non hanno potuto vedere l’evento sulla piattaforma di streaming UFC dopo averlo acquistato per problemi tecnici. Sabato 26 agosto è andato in onda “The Money Fight” tra Floyd Mayweather e Conor McGregor e l’unico modo legale per vedere l’evento in Italia era quello di comprarlo su UFC Fight Pass. Da quello che si ipotizza in questi giorni, i server della NeuLion, la società a cui si appoggia la UFC per Fight Pass, non hanno retto al traffico e sono andati in tilt. In molti non hanno potuto vedere l’evento e per questo stanno chiedendo il rimborso.

La UFC ha rilasciato la seguente dichiarazione a proposito della spinosa questione, attraverso la figura di Dana White:

Cerchiamo di far accadere sempre gli incontri più interessanti e spettacolari. Vogliamo che i nostri fan abbiano la miglior esperienza possibile quando guardano i nostri eventi. Sfortunatamente, non siamo riusciti a ottenere quello che volevamo sabato (26 agosto nda) a causa dei problemi della NeuLion su UFC.TV. Come sempre, ci prendiamo cura dei nostri fan e provvederemo ad aggiustare il problema. Abbiamo iniziato il processo di rimborso per chiunque non sia potuto accedere alla piattaforma dopo l’acquisto dell’evento.

Commenti
, , ,
Tudor Leonte

Alla perenne rincorsa del tesserino da giornalista pubblicista, ho scritto, tra le altre cose, di arti marziali miste per alcune testate giornalistiche come Quotidiano Piemontese, News.Superscommesse.it, realtà locali come IlVergante.com e altri siti del settore come MMAMania.it

Leggi anche