Ovince Saint Preux vuole Mauricio Rua nonostante il match già impostato per UFC Fight Night 117 sia saltato a causa di un infortunio del brasiliano.

L’UFC è stata costretta a correre ai ripari e sostituire Shogun Rua con Okami, di ritorno nell’organizzazione dopo quattro anni di assenza. Le buone intenzioni del giapponese, che in passato ha combattuto anche per il titolo pesi medi UFC perdendo contro Anderson Silva, non sono bastate ed è stato sottomesso al primo round.

Sottomissione che è entrata nella storia dell’UFC in quanto avvenuta per Von Flue Choke tecnica non usuale, che però OSP ha dimostrato di saper eseguire alla perfezione; Okami infatti è il terzo atleta dopo Marcos Rogerio de Lima e Nikita Krilov che viene finalizzato in questo modo da Saint-Preux, che ha dichiarato ai microfoni di Fox Sports:

Ha afferrato la mia testa. E nel momento in cui ha afferrato la mia testa l’istinto ha prevalso. Ho bloccato il braccio e ho capito quando l’ho bloccato che avrebbe ceduto.

In seguito a questa performance da parte dell’alteta haitiano, in molti si sono chiesti se non sia il caso di rinominare la tecnica Von Flue Choke in OSP Choke.

Ovince Saint Preux e Mauricio “Shogun” Rua si sono già affrontati una volta in carriera e in quell’occasione prevalse, per KO dopo appena 34 secondi, proprio OSP, che ora aspetta una data per un nuovo incontro con il brasiliano.

Alla fine della giornata, io sono un fighter. È il mio lavoro. E’ quello che devo fare. Che sia io a subentrare all’ultimo minuto o che sia un altro ad arrivare all’ultimo minuto, dobbiamo farlo. Tanto di cappello per Okami per essere entrato nella gabbia, sono ancora in attesa di Shogun.

Commenti
,
Fabio Mussetta

Grande appassionato sport ed in particolare di calcio e di arti marziali miste con una particolare predilizione verso i giovani talenti di qualsiasi disciplina.

Leggi anche