Abbiamo intervistato Josh Emmett in esclusiva e ci ha svelato in anteprima quali sono i suoi piani per il futuro dopo l’incredibile KO al primo round inflitto a Ricardo Lamas a UFC on FOX 26.

La tua prestazione è stata impressionante, ancora di più se si considera che hai combattuto con un preavviso di soltanto due settimane. Hai mai pensato di rifiutare l’offerta o hai accettato subito?

Sono sempre in forma e questa era una di quelle opportunità che stavo aspettando sin da quando ho iniziato a praticare questo sport. Ricardo Lamas è un avversario tosto, uno dei migliori al mondo, ma credo di essere tra quelli anche io e questa era l’occasione per dimostrare le mie capacità e mostrare ai fans e al mondo che io sono anche io a quel livello. Che sono tra i migliori al mondo. E credo di averlo dimostrato il 16 dicembre.

Sai se sei stato la prima scelta della UFC per rimpiazzare Aldo o avevano provato a contattare qualcuno prima di te?

Quando Edgar si è infortunato e hanno spostato Aldo a combattere contro Holloway hanno chiesto a chiunque nella top 15 dei pesi piuma di affrontare Lamas. Tutti hanno rifiutato, perché non solo c’era un preavviso di solo due settimane ma anche perché ovviamente Lamas era un avversario durissimo. Hanno chiesto praticamente a chiunque e io sono stato uno dei pochi ad aver accettato. Questa cosa ha fatto aumentare la mia fiducia e mi ha reso orgoglioso dato che Sean Salby ha apprezzato tutto ciò ed era contento di un match tra me e Lamas. Se qualcuno nella top 15 avesse accettato io non avrei avuto questa opportunità, e mi sento fortunato ma credo che tutto avvenga per una ragione.

Il lato negativo è stato però il fatto che tu abbia mancato il peso. Puoi spiegarci il motivo del tuo problema nel taglio del peso?

È stato veramente frustrante fallire il peso. È stata la prima volta che mi è capitato, sin da quando gareggiavo nei tornei di wrestling da bambino. In tutte i miei incontri sia da dilettante che da pro avevo sempre fatto il peso. Ma credo di aver pagato il prezzo per questo mio errore. Normalmente devi dare il 20% della borsa in questi casi, io invece ho perso il 30% e non ho potuto nemmeno avere il bonus per il KO della serata. Il problema è stato il poco preavviso, sono arrivato troppo pesante al momento del taglio, ma ho avuto un training camp di solo due settimane e ho potuto solamente concentrarmi sull’allenarmi il più duramente possibile. Non succederà di nuovo. Ho capito che non posso accettare incontri con poco preavviso nei pesi piuma, mi servono almeno quattro settimane. Non ho problemi a fare il taglio, sette settimane prima ho combattuto in Polonia, ho fatto il peso e fisicamente mi sentivo fenomenale, ho anche fatto il record essendo il primo a fare 4 knockdown in un singolo round. Ho mancato il peso, è vero, ma ciò non ha condizionato l’incontro, avrei comunque vinto. Ma mi voglio scusare veramente con tutti e non succederà ancora.

Puoi spiegarci per quale motivo hai dovuto dare al tuo avversario il 30% della tua borsa, anziché il consueto 20% previsto in questi casi?

Credo sia stata una richiesta del team di Lamas e del suo manager. Penso che dopo la cerimonia del peso non volessero più combattere e la UFC gli ha offerto un accordo migliore per mantenere l’incontro nella card, così si sono accordati per avere il 30%. Oltretutto eravamo in Canada e c’erano più tasse e ho perso veramente molti soldi per due libbre e mezzo.

In futuro hai intenzione di restare nei pesi piuma oppure dopo questa esperienza stai meditando un ritorno nei leggeri?

Voglio stare a 145 libbre. Ho soltanto bisogno di più tempo, ho imparato che non posso fare il peso in sole due settimane. Comunque se avessi avuto 5 ore in più o soltanto un giorno ancora avrei fatto lo stesso il peso. Mi sento bene nei piuma e posso diventare campione del mondo di questa categoria. Soltanto non potrò più accettare più incontri in short notice. Con un mese di tempo posso scendere facilmente e tutto sommato mi trovo bene in questa categoria.

Dopo aver battuto il numero 3 del ranking con una prestazione così dominante che match pensi possa aspettarti?

Credo che lo scenario più sensato, considerato che Edgar affronterà Holloway per il titolo, sia un match con Brian Ortega. Lui ha molto hype al momento e viene da una grossa vittoria proprio come me. Quindi vorrei combatterci in un match per determinare il prossimo contendente al titolo, con il vincitore che poi affronterà chi uscirà come campione tra Holloway ed Edgar.

Quando sarai pronto per tornare nell’ottagono e combattere di nuovo?

Adesso voglio godermi un po’ di vacanze con mia moglie e la mia famiglia, ma per aprile o maggio vorrei tornare a combattere. In primavera, in qualsiasi periodo la UFC vorrà, io sarò nuovamente pronto.

Commenti
,
Andrea Brenna

Studente di Scienze umanistiche per la comunicazione e grande appassionato di sport, scopro le MMA solamente un paio di anni fa ma è stato subito amore a prima vista.

Leggi anche