Gli incendi che hanno devastato la California non hanno risparmiato nemmeno l’olimpionico Henry Cejudo (12-2), che rivela ai microfoni di Ariel Helwani a MMA Hours 403 la brutta esperienza di cui è stato vittima.

In California la situazione è tragica con numerose vittime e dispersi, circa quarantamila persone che ancora non possono tornare nelle proprie abitazione e più di novantamila ettari di terreno andati in fumo. Anche Henry Cejudo è stato svegliato da un allarme antincendio nel bel mezzo della notte ed è riuscito a sfuggire dalle fiamme che stavano devastando l’hotel in cui stava dormendo.

Ho guardato fuori dalla finestra della mia camera da letto e non stava succedendo niente. Ho pensato: “Ok questo è un malfunzionamento”.

Così Cejudo è tornato a letto, ma successivamente è stato nuovamente svegliato a causa del fumo che stava invadendo l’hotel di Santa Rosa in cui stava soggiornando.

Sto parlando di fiamme che escono dalle finestre, ogni cosa era in fiamme.

Così ha indossato in fretta e furia i pantaloni usati la sera prima e, recuperato il cellulare, è riuscito a mettersi in salvo saltando dalla finestra su un ramo sottostante che era in fiamme, bruciandosi così un piede.

Sapevo che mi sarei bruciato, ma non mi dispiace bruciarmi se serve per continuare a respirare.

Dopo essere riuscito ad arrivare a terra, l’atleta californiano è riuscito ad avvistare e a raggiungere una pattuglia della polizia scavalcando diverse recinzione e ferendosi leggermente sul fondoschiena. La pattuglia però a causa della situazione non ha potuto aiutarlo e Cejudo è stato portato in sicurezza soltanto più tardi da dei vigili del fuoco che gli hanno riferito che l’albergo era stato evacuato e non c’erano vittime.

Nell’incendio Cejudo ha perso il suo anello e la sua medaglia olimpica, oltre che una cintura che il suo allenatore aveva fatto preparare apposta per lui.

Non stavo pensando a questo. Ho appena schivato una pallottola!

Sono felice di essere vivo. Non sei triste? Nah, sono felice. Ho baciato il pavimento quando sono tornato.

L’olimpionico Henry Cejudo ora sta preparando il suo prossimo match in Brasile e ha donato 50.000 $ per le vittime degli incendi californiani. L’ex contendente al titolo di Demetrious Johnson sa che tra le vittime sarebbe potuto esserci anche lui e nel suo prossimo incontro in programma a UFC 218 con Sergio Pettis porterà nella gabbia anche la memoria di queste persone, cercando di onorarla al massimo.

 

 

Commenti
Fabio Mussetta

Grande appassionato sport ed in particolare di calcio e di arti marziali miste con una particolare predilizione verso i giovani talenti di qualsiasi disciplina.

Leggi anche