Neil Magny, dopo la sconfitta con Demian Maia a UFC 190, è andato ai seminari tenuti dall’atleta brasiliano per imparare nuove mosse di bjj.

Prima di quell’incontro, Neil Magny (17-4 MMA, 10-3 UFC) aveva collezionato una serie di 7 vittorie consecutive, non perdeva da due anni ed era sicuro di potersela giocare contro l’esperto di brazilian jiu-jitsu. Maia (22-6 MMA, 16-6 UFC) dominò a terra Magny per tutta la durata del primo round, poi lo sottomise con un mataleao nel corso del secondo round.

A proposito di quell’incontro, Magny ha dichiarato in una recente intervista:

Mi sentivo alla grande sinceramente. Avevo fatto un bel camp, mi sembrava che i miei coach avessero portato le persone giuste con cui allenarmi. Poi entrato in gabbia e ho sentito tutta la sua pressione, lì ho capito che questo ragazzo è su un altro livello. Mi ero abituato a sentirmi intoccabile, poi è arrivato questo ragazzo e mi ha steso a terra. Mi sono chiesto: come faccio ad arrivare al suo livello? come posso migliorare e servirmi di questa esperienza nel mio futuro di lottatore MMA?

Dalle parole ai fatti. Magny a inizio anno ha visto su Twitter che Maia promuoveva un seminario di bjj poco lontano dall’hotel in cui l’atleta americano soggiornava a Las Vegas. Così Magny ha risposto al tweet chiedendo al brasiliano se poteva partecipare. Nonostante il fatto che entrambi lottano nella divisione pesi welter della UFC e che potrebbero incontrarsi ancora nell’ottagono, tra i due sembra non esserci rancore.

 

Maia ha invitato Magny a unirsi al seminario e una volta lì, a detta di Magny, ha persino modificato una parte della lezione per poter mostrare le lacune tecniche che ha riscontrato in Magny.

Mi ha fatto vedere come ad un certo punto del mio incontro con (Kevin) Gastelum, dopo avergli preso la schiena ho avuto troppa fretta di finirlo e ho finito col perdere la posizione. Si è concentrato su questo durante il seminario, l’ho trovato molto interessante. Lui combatte nella mia stessa divisone di peso e non si è risparmiato quei suggerimenti. Mi ha semplicemente insegnato qualcosa, mi ha fatto vedere cos’ho fatto di sbagliato in modo che potessi imparare dagli errori e non farli più. Il suo atteggiamento mi ha veramente fatto capire che tipo di persona è. Poche persone si sarebbero comportate così. È stato bello da parte sua condividere quelle tecniche, soprattutto rivelare alcuni degli errori che ha fatto in passato per far in modo che non li facessi io.

Al di là degli accorgimenti tecnici, Magny afferma che dopo l’incontro con Maia ha capito come si comporta un”vero lottatore”, anche sotto la luce dei riflettori della UFC, che, a volte, può dare alla testa.

Commenti
, ,
Sparring Partner 1

Ciao sono Sparring Partner, il tuo compagno di allenamenti ideale. Scritti da me troverai articoli, notizie e dichiarazioni non rilasciate direttamente a 4once.it. Guardia alta!

Leggi anche