Mara Romero Borella pre UFC 216, le parole dell’atleta italiana in vista del suo incontro di sabato in anteprima sulle pagine di 4once.

Questa settimana è stata ricca di belle sorprese per la scena delle MMA italiane. Il premio di notizia più bella, senza dubbio, spetta all’annuncio del debutto in UFC per Mara Romero Borella. L’atleta italiana combatterà in main card contro Kalindra Faria in un match nella neonata categoria di peso, i pesi mosca femminili UFC, al limite delle 125 libbre.

Ho raggiunto un’indaffarata Mara appena atterrata a Las Vegas. Siamo riusciti a farci una chiacchierata e dalle sua parole è emersa l’emozione per l’opportunità che le è stata offerta, opportunità che Mara mi ha confessato di volersi vivere a pieno. Le sue parole, però, riusciranno a esprimere meglio lo stato d’animo in cui si trova in questi momenti.

Ciao Mara e benvenuta sulle pagine di 4once! Iniziamo con una domanda alla “Barbara D’Urso”: cosa si prova a ricevere LA chiamata? Te l’aspettavi?

La chiamata è arrivata così, su due piedi e all’ultimo momento. A dir la verità non me l’aspettavo, devo ancora realizzare. È un traguardo grandissimo, arrivare qui è tanta roba. Non ci credo ancora. Sto vivendo attimo per attimo, è una bellissima opportunità e me la voglio proprio vivere.

Quanto ha inciso nella chiamata l’allenarsi negli Stati Uniti con alcune delle migliori atlete al mondo?

Ha inciso tanto, perché sei in una palestra ad allenarti sotto gli occhi di tutti. Essere lì e non essermi mai fermata vuol dire tanto, essere sempre pronta. Allenarsi all’American Top Team è il top, sia con la Nunes sia con Joanna, sono le migliori nel mondo, è una bella sfida ogni giorno, puoi apprendere tanto e dare tanto, ogni giorno si cresce. Io voglio spingere sempre di più, chi ho di fronte vuole fare altrettanto ed è una bellissima opportunità.

Quali sono le tue ambizioni e quali obiettivi ti sei data ora che sei in UFC?

Il primo obiettivo è di portare a casa il primo match, anche perché il preavviso è stato di una settimana. Io sono molto realista, faccio un passo alla volta. Adesso ho di fronte questo e penso solo all’incontro con Faria. L’ambizione? Beh, la cintura, ovvio.

Come ci si prepara quando annunciano il tuo match all’ultimo?

Ho saputo dell’incontro questa settimana. È una bella sfida, ci si prepara tanto di tecnica e di testa, concentrarsi ed essere presente in quello che stai affrontando.

Cosa sai della tua avversaria? Hai avuto modo di studiarla un po’?

So che arriva da diversi match, ha esperienza, ne ho anche io. È un bel match, deve essere studiato e dev’essere intelligente.

Messaggio per l’avversaria?

No, che sia un bel match, solo questo.

Messaggio per i fan in Italia?

Ringrazio tutti perché ho visto che mi hanno scritto in tanti su FB e mi hanno supportato dall’Italia. È una novità per me come lo è per loro, li sento tanto. Spero che sabato ci saranno tanti a vedere l’incontro, non per forza solo gente che fa sport da combattimento, ma anche il pubblico casuale per guardare una persona che è riuscita a realizzare un sogno. E questo fa tanto anche per accrescere la conoscenza delle mma in Italia.

Ringrazio chi ci ha creduto fin dall’inizio e dalla prima volta che sono arrivata in America. Un grazie anche a chi mi è stato vicino in questa settimana per il mio debutto in UFC, i miei coach che sono qui con me e saranno qui con me fino alla fine.

Mara Romero Borella combatterà nella card di UFC 216 che in Italia sarà trasmessa su Fox Sports Italia a partire dalle ore 4 della notte tra sabato e domenica.

Forza Mara!

Commenti
, ,
Tudor Leonte

Alla perenne rincorsa del tesserino da giornalista pubblicista, ho scritto, tra le altre cose, di arti marziali miste per alcune testate giornalistiche come Quotidiano Piemontese, News.Superscommesse.it, realtà locali come IlVergante.com e altri siti del settore come MMAMania.it

Leggi anche