Nel suo intervento a MMA Hour, Luke Rockhold ha parlato di Georges St-Pierre e della sua volontà di affrontare Whittaker per il titolo.

L’ex campione UFC e Strikeforce è stato piuttosto duro nei confronti di GSP, insinuando che il nuovo campione della divisione pesi medi non affronterà nessun contendente al titolo in quanto troppo piccolo fisicamente per reggere un confronto, sconfessando quanto dichiarato dallo stesso GSP nei giorni successivi alla vittoria del titolo:

Lui non combatterà con nessuno di noi. E’ troppo piccolo. Ragazzi come me banchetterebbero con Georges. Non durerà qui. Ha avuto la sua possibilità, ha preso la cintura, ha fatto bene. Passa e lasciaci gestire i nostri affari qui.

Rockhold ha poi continuato con le critiche verso il campione dei pesi medi Georges St-Pierre, in particolare, commentando la notizia dei giorni scorsi sull’attacco di colite avuto da GSP che probabilmente lo terrà bloccato per un po’:

Non voglio saltare alle conclusioni. Ma il fatto è venuto fuori. Io sono stanco di sentire una storia dietro l’altra. Dichiara quello che è. Se sei malato sei malato, ma il fatto è che non vuoi combattere nella divisione.

Se i problemi di GSP non dovessero risolversi a breve, Rockhold sembra avere una soluzione:

Se Georges dovesse rimanere sarebbe ridicolo. Georges non mi affronterà, non affronterà nessuno. Quindi Whittaker è il vero campione. Come ho detto, rendilo ufficiale e andiamo avanti.

Infine Rockhold si è reso disponibile, per una sfida titolata, con Whittaker anche per UFC 221 a Perth in Australia, mettendo in secondo piano altre proposte come quella avanzatagli dall’UFC per affrontare Joel Romero

Ci sono tanti discorsi aperti. Ma ovviamente voglio lottare per il titolo, non voglio firmare per nessun altro combattimento. Voglio lottare per il titolo, se è disponibile, questo è quello che farò.

Seguite la nostra sezione UFC per altre notizie sulla principale organizzazione di MMA al mondo.

Commenti
, ,
Fabio Mussetta

Grande appassionato sport ed in particolare di calcio e di arti marziali miste con una particolare predilizione verso i giovani talenti di qualsiasi disciplina.

Leggi anche