Audie Attar, manager di Conor McGregor, non è d’accordo con chi pensa che l’irlandese sparirà dalla scena dopo la sconfitta contro Floyd Mayweather in quello che è stato chiamato “The Money Fight”.

McGregor (21-3 MMA) ha perso per TKO nel corso della decima ripresa contro Mayweather (50-0 boxe) nel main event del pay-per-view andato in scena alla T-Mobile Arena di Las Vegas, guadagnando una borsa garantita di 30 milioni di dollari. Con in tasca quella cifra, molti pensano che McGregor si dileguerà dalla scena degli sport da combattimento.

Benché McGregor, durante la conferenza stampa post-match, sembrasse indeciso su dove si terrà il suo prossimo incontro, se in un ring di boxe oppure all’interno della gabbia, Audie Attar ha fatto intuire che con molta probabilità vedremo il campione UFC dei pesi leggeri tornare nell’ottagono e difendere la sua cintura.

I nomi degli avversari più probabili sono: Nate Diaz (19-11), con cui deve chiudere la trilogia; il vincitore del titolo dei pesi leggeri ad interim a UFC 216 tra Tony Ferguson (22-3) e Kevin Lee (16-2); Khabib Nurmagomedov (24-0), oppure il rematch con il campione dei pesi piuma UFC Max Holloway (18-3).

Ecco le parole di Attar ai microfoni di MMAjunkie:

McGregor vuole la trilogia con Diaz. Poi c’è Khabib che chiede un match con lui, poi, ovviamente, Tony Ferguson e Kevin Lee, che combattono per il titolo lightweight ad interim. C’è Max Holloway, diventato campione a 145 libbre, che Conor ha sconfitto dopo essersi rotto il legamento del crociato all’inizio dell’incontro. Ci sono molte opzioni e Conor ama le mixed martial arts.

Tutti pensano che si stia per ritirare visti i soldi che si è fatto. Lui è ambizioso. È molto ambizioso e ama combattere. Ama competere ed è un atleta professionistico impeccabile. Quindi preparatevi a vedere ancora Conor McGregor in giro e noi prepareremo la nostra prossima mossa.

 

 

Commenti
, , , ,
Sparring Partner 1

Ciao sono Sparring Partner, il tuo compagno di allenamenti ideale. Scritti da me troverai articoli, notizie e dichiarazioni non rilasciate direttamente a 4once.it. Guardia alta!

Leggi anche