Il campione dei pesi piuma Max Holloway si interroga sulla mentalità di Jose Aldo, in vista del main event di UFC 218. Jose Aldo (26-3) cercherà di riprendersi il titolo dopo la sconfitta subita da Holloway (18-3), a UFC 212.

Aldo ha dichiarato di essere molto motivato per questo incontro, perché a differenza delle altre volte, arriverà a questo match da sfidante, non avendo per nulla da perdere.

Max Holloway ha parlato di Aldo e di questa apparente sicurezza, non capendo come possa essere più motivato ora rispetto al primo incontro tra i due:

Questo ragazzo (Aldo n.d.t.), abbiamo combattuto nella sua città natale, lui era il campione, e lui ora si sente più motivato; se combattere per il tuo paese e combattere di fronte alla tua gente per la tua cintura non è abbastanza motivante, cos’altro può esserlo?

Io sono motivato. La cintura è fantastica. Sai cosa arriva con la cintura? Migliori borse, pay per view e molte altre cose, ma la cintura è la cintura. Una lotta è una lotta.

L’hawaiano ha anche espresso il proprio stato d’animo in vista dell’incontro:

Non mi interessa contro chi combatto. Potrei combattere con questo ragazzo (Aldo n.d.t.) 10 volte di fila. Sarò motivato. Questo è il mio spirito guerriero… Non ci vuole molto a motivarmi. Non so perché la gente dica: “È dura motivarsi”. Sei nel business sbagliato, amico. In questo mondo puoi farti male. C’è un altro ragazzo che cerca di ferirti la dentro. Questo ragazzo sta parlando di motivazione. Questa cosa mi fa solo schifo.

Infine Holloway ha parlato anche del cambio di avversario:

Non mi interessa se è lui; non mi interessa chi sia. Ero pronto per il prossimo. Metteteli in fila e li butterò giù. Troppe persone dipendono dal: “Questo è ciò che accadrà nel primo combattimento; questo è ciò che accadrà nel secondo”. Noi non sappiamo ciò che accadrà. Io sono pronto per il miglior Aldo nel secondo combattimento, come lo ero nel primo. Io ero pronto per il miglior Frankie Edgar, ora è Aldo.

Seguite la nostra sezione UFC per altre notizie sulla principale organizzazione di mma al mondo.

Commenti
, ,
Marco DallAcqua

Nato e cresciuto con la passione per la pallacanestro, scopro le MMA con l’incontro tra Brain Stann e Wanderlei Silva. Da li è amore a prima vista. Da quel 2013 seguo le MMA con grande passione, parlando di UFC e MMA italiane attraverso il blog di MMA Talks.

Leggi anche