Caso McGregor, la Ultimate Fighting Championship ha rilasciato un comunicato in cui spiega la propria posizione in seguito ai fatti che hanno vista protagonista l’atleta irlandese.

La UFC ha voluto esprimere la sua posizione riguardo le vicende che hanno portato all’arresto di Conor McGregor. La promotion americana ha fatto sapere con un comunicato stampa di aver tolto dalla card Artem Lobov (che era rimasto invischiato in un alterco con Khabib Nurmagomedov nei giorni precedenti) e di aver preso le distanze dai responsabili dell’attacco al pulmino UFC.

Durante l’incontro con i media di oggi al Barclays Center per promuovere UFC 223: Khabib vs. Holloway, Conor McGregor e Artem Lobov sono entrati nell’edificio accompagnati da una dozzina di individui.

Il gruppo, che comprendeva McGregor e Lobov, ha vandalizzato un veicolo che trasportava degli atleti protagonisti dell’evento di questo fine settimana. Il Dipartimento di Polizia di New York è stato immediatamente allertato e sta svolgendo le indagini sui fatti. La UFC sta lavorando a stretto contatto con la Commissione Atletica del New York, la sicurezza del Barclays Center e gli organi di legge competenti. Tutte le parti lavorano insieme per assicurare lo standard di sicurezza più elevato per proteggere fan e atleti.

L’organizzazione ritiene i fatti di oggi del tutto inaccettabili e sta pensando alle conseguenze che arriveranno per i responsabili. Al momento, Lobov è stato tolto dalla card di questo weekend e gli individui coinvolti nell’incidente non sono i benvenuti alla cerimonia del peso o all’evento di sabato al Barclays Center.

, , , , ,
Tudor Leonte

Alla perenne rincorsa del tesserino da giornalista pubblicista, ho scritto, tra le altre cose, di arti marziali miste per alcune testate giornalistiche come Quotidiano Piemontese, News.Superscommesse.it, realtà locali come IlVergante.com e altri siti del settore come MMAMania.it

Leggi anche