Dopo il caso di positività all’antidoping di UFC 214 c’è finalmente una data per la prima sentenza per Jon Jones.

Noi avevamo già fatto il punto della situazione di Jones, ma ora che anche la Commissione Atletica dello Stato della California ha comunicato, tramite il proprio sito, il giorno in cui si terrà l’udienza, avremo molto probabilmente una prima sentenza sul caso.
Il 27 febbraio Jon Jones si presenterà davanti alla commissione atletica e riceverà una prima sospensione con una relativa multa per la positività al Turinambol.

Purtroppo però non sarà definitiva. Jones dovrà infatti poi essere giudicato dalla USADA, che si occupa dell’antidoping per conto di UFC, e non vi è alcuna certezza che i provvedimenti saranno uguali, tuttavia sarà utile per farci una prima idea di quanto dovrà stare lontano dall’ottagono l’ex campione dei massimi leggeri.Per il manager di “Bones”, Malki Kawa, la sentenza finale dovrebbe arrivare entro la fine di marzo.

In teoria USADA dovrebbe imporre a Jon Jones uno stop di quattro anni essendo il secondo caso di positività. La sentenza del 27 febbraio sarà molto importante per capire quanto sarà ritenuta valida la difesa dell’atleta, che punta a dimostrare che l’assunzione della sostanza sia stata assolutamente inconsapevole per ottenere uno sconto di pena. Il team di Jones resta ampiamente positivo sulla vicenda, tanto che Malki Kawa è convinto che ci sia il 95% di possibilità di rivedere Jon Jones combattere di nuovo entro la fine del 2018.

 

Seguite la nostra sezione UFC per altre notizie sulla principale organizzazione di MMA al mondo e per seguire tutti gli sviluppi sul caso.

Commenti
,
Andrea Brenna

Studente di Scienze umanistiche per la comunicazione e grande appassionato di sport, scopro le MMA solamente un paio di anni fa ma è stato subito amore a prima vista.

Leggi anche