Edgar vs Ortega sarà il co-main event di UFC 222 e Frankie “The Answer” Edgar (22-5-1) durante il suo intervento a MMA Hour ha spiegato i motivi che lo hanno spinto ad accettare questo incontro.

Inizialmente Frankie “The Answer” Edgar (22-5-1) avrebbe dovuto affrontare Max “Blessed” Holloway (19-3) in quella stessa serata in un match valido per il titolo dei pesi piuma maschili, ma l’infortunio del campione ha fatto saltare il tutto come già detto precedentemente. Edgar nonostante questo contrattempo ha accettato di combattere contro Brian “T-City” Ortega (13-0), atleta in grande ascesa e molto pericoloso.

Amico, non combatto dal maggio dello scorso anno. Non volevo aspettare ancora. Il tempo stringe e voglio entrare nella gabbia. L’ultima volta mi sono fatto male, credo tre settimane prima dell’incontro, quindi ho una serie di camp alle spalle e nessun combattimento da mostrare, quindi voglio entrare nell’ottagono e far vedere le mie abilità. Vengo pagato solo se combatto e quindi voglio farlo.

Per capire a pieno le parole di Edgar bisogna considerare che i fighters soprattutto a livelli altissimi come quelli UFC spendono somme considerevoli per preparare i loro incontri e se per qualche motivo gli incontri saltano essi subiscono un notevole danno economico in quanto non ricevono la borsa per la loro prestazione.

Non sto dicendo che la cintura abbia perso valore. Voglio dire, per me ha ancora un valore piuttosto alto ed è uno dei miei obbiettivi prima che tutto sia stato detto e fatto. Ma dobbiamo combattere. Siamo professionisti. Non vengo pagato se non combatto. Non è come nella pallacanestro o nel baseball dove si hanno soldi garantiti. Vengo pagato solo quando mi trovo nell’ottagono e quindi devo entrarci e assicurarmi di ottenere il mio.

Probabilmente questo aspetto ha influito molto sulla scelta di Frankie “The Answer” Edgar (22-5-1) di affrontare comunque Brian “T-City” Ortega (13-0) visto che una sua eventuale sconfitta comprometterebbe la possibilità di affrontare Max “Blessed” Holloway (19-3) per il titolo.

Edgar una volta appresa la notizia sull’infortunio di Holloway aveva espresso sin da subito la volontà di combattere a UFC 222 senza essere però a conoscenza di quale sarebbe stato il suo avversario dando incarico al suo manager Ali Abdel-Aziz di organizzargli un nuovo match per quella data

Sono contento sia con Ortega perchè ha un senso. Lui è il numero tre della divisione, proprio sotto di me e questo incontro ha un senso per la divisione. Ma si, a quel punto, amico, volevo solo assicurarmi di avere qualcuno con cui combattere.

Edgar vs Ortega sicuramente è un incontro che promette spettacolo, ma è un match in cui Frankie “The Answer” Edgar (22-5-1) avrà tutto da perdere compreso il suo diritto ormai acquisito di affrontare il campione Max “Blessed” Holloway (19-3). Questa scelta da parte di Edgar rende comunque onore al fighter proveniente dal New Jersey indipendentemente da quello che sarà l’esito dell’incontro.

Continuate a seguire la nostra sezione UFC per altre notizie sulla principale organizzazione di MMA al mondo.

Commenti
, ,
Fabio Mussetta

Grande appassionato sport ed in particolare di calcio e di arti marziali miste con una particolare predilizione verso i giovani talenti di qualsiasi disciplina.

Leggi anche