Dana White chiude ufficialmente la porta a nuovi incontri tra atleti di MMA e pugili. Dopo il “money match” tra Conor McGregor e Floyd Mayweather, Dana White esterna il proprio pensiero riguardo un possibile nuovo coinvolgimento delle MMA con il mondo della boxe.

Nella conferenza stampa post evento, Dana White ha detto di essere “molto orgoglioso di Conor” e ha elogiato la punta di diamante della UFC:

I numeri di CompusBox su Mayweather dicono che nei 9 incontri nei quali Floyd è arrivato al dodicesimo round, l’avversario lo ha colpito meno di 100 volte. Conor è andato a segno 111 volte in meno di 10 round. È stato un bellissimo incontro.

Alla domanda se vorrebbe vedere ancora Conor McGregor sul ring, Dana White è stato chiaro:

Preferirei di no, questo non è ciò che fa: lui è un mix martial artist, lui entra e combatte con tutte le armi a sua disposizione. Stanotte ha usato solo i pugni. Penso l’abbia fatto bene, ma non credo che debba dar dimostrazione di altro, preferisco combatta nell’ottagono. Anche io sono pronto a tornare in UFC per fare quello che faccio di solito.

Con questa dichiarazione Dana White ha escluso nuovi match tra mix martial artist e pugili, come quello tra il campione dei massimi Stipe Miocic e Anthony Joshua:

Non voglio nemmeno parlare di altri miei ragazzi in un match di boxe. Questo match up è stato tra due grandi superstar. È stato un match costruito dal basso verso l’alto, dai tifosi e dai media e solo dopo è arrivato a noi. Un evento raro. Non sto cercando di fare qualcosa di simile.

Dana White conclude dicendo:

Ci vogliono due persone molto speciali, il posto giusto e il momento giusto. Questa cosa non accade tutte le volte.

 

 

Commenti
, ,
Marco DallAcqua

Nato e cresciuto con la passione per la pallacanestro, scopro le MMA con l’incontro tra Brain Stann e Wanderlei Silva. Da li è amore a prima vista. Da quel 2013 seguo le MMA con grande passione, parlando di UFC e MMA italiane attraverso il blog di MMA Talks.

Leggi anche