Stephan Bonnar arrestato per guida in stato d’ebbrezza, l’Hall of Famer UFC ha avuto problemi con la legge nei pressi di Las Vegas.

Settimana di fuoco per il finalista della prima edizione de The Ultimate Fighter. La polizia dello Stato del Nevada ha arrestato Stephan “The American Psycho” Bonnar (15-9) nei pressi di Las Vegas. Le accuse sono di guida in stato di ebbrezza e resistenza all’arresto.

La Nevada Highway Patrol ha dichiarato che Bonnar viaggiava alla velocità di 90 miglia all’ora (145 km orari circa), alle 13:15 all’interno di una Cadillac rossa. Quando gli ufficiali sono arrivati, alcuni automobilisti preoccupati avevano circondato Bonnar e l’avevano immobilizzato.

MMA, Jacaré Souza distrugge Chris Weidman a UFC 230 | video

Le registrazioni delle microcamere mostrano come Bonnar sia svenuto sul posto del conducente, all’interno del veicolo. Incapace di sorreggersi, cade a terra. Diverse persone hanno contribuito all’arresto.

La cauzione per “The American Psycho” è di 22 mila dollari. L’appello in corte è previsto per il prossimo 26 novembre.

Bonnar ha conosciuto la fama grazie alla prima edizione dell’Ultimate Fighter, nella quale ha affrontato in finale Forrest Griffin. Nonostante la sconfitta ai punti, il match è entrato nella UFC Hall of Fame ed entrambi gli atleti hanno ottenuto un contratto con l’Ultimate Fighting Championship. Il suo ultimo incontro nelle MMA risale a Bellator 131, quando perse per decisione non unanime contro Tito Ortiz. Da allora, Bonnar ha deciso di appendere i guantini al chiodo.

MMA, Daniel Cormier finalizza Derrick Lewis a UFC 230 | video

Di seguito il video di Stephan Bonnar arrestato.

Continuate a seguire la nostra sezione UFC per altre notizie sulla principale organizzazione di MMA al mondo. Se volete, potete commentare questa notizia insieme alla redazione di 4once e altri nostri fedeli lettori. Vi basta lasciare un like alla nostra pagina Facebook “4once MMA News“ e commentare il post della notizia.

, , ,
Andrea Tommolini

Studente universitario iscritto alla facoltà di scienze umanistiche di Urbino, da sempre sono appassionato di arti marziali e sport da combattimento, agonista di grappling e BJJ.