Chael Sonnen contro Fedor Emelianenko, i due si sfideranno in una delle semifinali del torneo pesi massimi di Bellator, ma l’americano lancia subito una provocazione sul passato di Fedor.

Sebbene ancora non ci sia nemmeno una data per il loro incontro, Chael Sonnen non ha perso tempo e durante una puntata del suo podcast ha attaccato pesantemente Fedor e la sua carriera.

Non accetto le sue vittorie in Giappone, non c’erano weigh-in, non c’erano veri arbitri e nemmeno una commissione. Tutti quelli che fanno carriera in Giappone quando arrivano in America iniziano a perdere. Il perché ve lo dico io, qua gli incontri sono veri e non sono finti come in Giappone.

Ha fatto un sacco di soldi con questi incontri pilotati. Questo mi fa incazzare prima di tutto come fan, perché ho comprato quegli eventi per po scoprire che era uno show di wrestling per bambini.

Sonnen ha comunque precisato di rispettare Fedor come fighter, per poi però rincarare la dose di accuse sui match disputati in Giappone, allargando la lista degli accusati anche a suoi vecchi rivali come Cro Cop e Wanderlei Silva.

Non nego le abilità di Fedor, che sia più grosso di me e molto potente, non sto gettando fango sulle sue doti come fighter. Sto solo dicendo che mi è molto difficile studiarlo perché i suoi match in Giappone erano finti. I suoi avversari sapevano di dover andare giù.

Fedor si offenderà sicuramente per questo, come prima di lui si erano offesi Wanderlei e Cro Cop quando avevo detto le stesse cose anche a loro. Ma non posso negare la verità. Loro non erano consapevoli di questi brogli, quando i loro avversari andavano giù erano tutti convinti di aver vinto. Non sapevano che l’esito dell’incontro fosse già fissato. Fedor, Wanderlei e Cro Cop erano davvero convinti di poter battere 20 avversari di fila con quella facilità.

, , , ,
Andrea Brenna

Studente di Scienze umanistiche per la comunicazione e grande appassionato di sport, scopro le MMA solamente un paio di anni fa ma è stato subito amore a prima vista.

Leggi anche