Josè Aldo parla di Conor McGregor, in attesa del ritorno nell’ottagono per UFC 218, evento nel quale dovrà affrontare Max Holloway per cercare di riconquistare il titolo dei pesi piuma perso proprio con l’hawayano.

In particolare le dichiarazioni di Josè Aldo fanno riferimento alla divisione dei pesi leggeri:

Ogni atleta sogna di diventare campione, lottare per il titolo, e il ragazzo (McGregor) sta bloccando la divisione. Ma spetta all’UFC prendere una decisione.

L’UFC deve fare ciò che deve essere fatto: togliergli la cintura o fargliela difendere.

Aldo si riferisce al fatto che McGregor dopo aver conquistato la cintura dei pesi leggeri con Eddie Alvarez a UFC 205 nel novembre 2016, non è più tornato nell’ottagono per difendere il titolo, ma ha trascurato le mixed martials arts per dedicarsi ad un ben più remunerativo incontro di pugilato.

Nel frattempo Tony Ferguson è diventato campione ad interim dei pesi leggeri e una sfida con l’irlandese per unificare il titolo sembra essere la soluzione più logica dal punto di vista sportivo, per l’intera divisione. Nei giorni successivi alla vittoria di Ferguson sia il neo campione ad interim che Dana White avevano fatto capire di propendere verso questa soluzione.

E’ giunto il momento. Deve difenderlo, deve mettere in palio la cintura per diventare campione. Ha solo vinto il titolo. Per me, Ferguson ha grandi possibilità di diventare un campione in futuro.

Nei giorni scorsi Josè Aldo era tornato a parlare di Conor McGregor però per difendere l’irlandese, per questa e altre notizie sull’UFC vi consigliamo di seguire la nostra sezione dedicata alla più importante promotion del mondo.

 

, ,
Fabio Mussetta

Grande appassionato sport ed in particolare di calcio e di arti marziali miste con una particolare predilizione verso i giovani talenti di qualsiasi disciplina.

Leggi anche